L’approccio neuroriabilitativo interdisciplinare nelle gravi cerebrolesioni acquisite
Congresso SIRAS – GIRN
5-6 novembre 2021

Il Congresso sarà accreditato ECM
Obiettivo formativo: LINEE GUIDA-PROTOCOLLI-PROCEDURE

RAZIONALE

Il Convegno ha l’obiettivo di promuovere il confronto inter-disciplinare e l’aggiornamento tra esperti che si occupano della Neuroriabilitazione del paziente con esiti di danno neurologico, con particolare riferimento alle Gravi Cerebrolesioni con o senza disordine della coscienza, alla Sclerosi Multipla, allo Stroke e alla malattia di Parkinson, attraverso presentazioni orali che permetteranno ai discenti di visionare alcuni casi clinici esposti dai conduttori.

L’iniziativa ha tra gli obiettivi principali l’approfondimento delle definizioni, della valutazione e del trattamento dei disordini della coscienza e l’enfatizzazione del ruolo irrinunciabile della valutazione multi-disciplinare nella messa in pratica degli specifici protocolli diagnostico-terapeutici delle disabilità neurologiche multiple e complesse, evidenziando le criticità più frequenti nella pratica clinica e le possibili soluzioni.

Le diverse sessioni tratteranno dell’alta specialità neuroriabilitativa, partendo dalla fase dell’acuzie in cui verranno evidenziate le possibili complicanze internistiche e la loro conseguente gestione, per arrivare alla fase post-acuta, in cui si parlerà delle problematiche neurologiche nelle Gravi Cerebrolesioni Acquisite (GCA), dell’importanza dell’equipe neuroriabilitativa multidisciplinare, della riabilitazione della deglutizione e neuropsicologica, del sostegno e del training del caregiver e della ricerca dell’alleanza terapeutica con la famiglia, nella sua duplice veste di caregiver fondamentale della neuroriabilitazione, insieme al paziente, e di soggetto portatore di una propria sofferenza, anche nel lungo termine e nel delicato percorso di reinserimento sociale dell’intero nucleo familiare.

Verrà dedicata una sezione, inoltre, alle tecniche avanzate in neuroriabilitazione, come la riabilitazione robotica, l’assistive technology per la comunicazione e l’interazione ambientale, le tecniche avanzate neurofisiologiche e di neuroimmagini, fino alla comunicazione interprofessionale e alla neuroriabilitazione olistica.